Videocassette, Lettori DVD e Lettori Blu Ray 4K, l’evoluzione dell’intrattenimento home made

251

Non c’è niente di più bello al mondo che trascorrere una serata piacevole insieme a familiari e amici, guardando un film oppure un telefilm e assaporando pizza, caldi popcorn scoppiettanti e una bibita frizzante. Sì, non c’è niente di più bello al mondo, la descrizione perfetta di un sabato sera impeccabile! Ma come si è evoluto l’intrattenimento home made nel corso degli anni? La domanda sorge spontanea dato che ormai le videocassette sono per la maggior parte delle persone un oggetto vintage e da collezione! Ecco allora una breve storia di questo eccezionale percorso, dalle videocassette al lettore blu ray 4K.

Videocassette

Che cos’è una videocassetta? Chi ha figli, sa perfettamente che ad un certo punto arriva questa fatidica domanda. E per te che con le videocassette invece sei cresciuto, sembra assurdo pensare che loro non sappiano di cosa stai parlando. Invece è proprio così, quel piccolo contenitore in plastica nera con all’interno un nastro magnetico, anche detto videonastro, è per loro un oggetto sconosciuto, che appartiene ormai al passato.

Le videocassette erano un mezzo eccellente per guardare i film. Non costavano un’esagerazione, anzi erano piuttosto economiche, senza dimenticare poi che un tempo erano molto diffusi i video noleggio. Non c’era bisogno insomma di acquistare un film, bastava noleggiarlo per una sera spendendo pochi spiccioli appena!

Al di là della naturale nostalgia che può cogliere i più tornando con la memoria ai tempi dei videonoleggio, le videocassette avevano non poche caratteristiche negative. Erano ingombranti e occupavano quindi sin troppo spazio, impolverandosi nel giro di pochi giorni appena. Con il passare del tempo inoltre andavano incontro ad un naturale deterioramento, soprattutto nel caso di nastri visti più e più volte. Bastava così poco perché il nastro si rovinasse e perché quel film tanto amato non potesse più essere visto!

Dal videoregistratore al lettore DVD

Il videoregistratore che permetteva la visione delle videocassette è stato inventato in Giappone alla fine degli anni ‘80. Le vendite di questo prodotto sono andate alle stelle in ogni paese del mondo, durante gli anni ‘80 e ‘90. Nel 1995 vengono prodotti i primi DVD, ma è solo a partire dal 1999-2000 che i film in DVD iniziano la loro corsa verso il successo, arrivando poi a soppiantare del tutto le videocassette.

Inizialmente i due mezzi sono co-presenti sul mercato e infatti i primi lettori DVD erano in possesso anche dell’alloggio per le videocassette dato che questi due strumenti dell’home entertainment sono stati per qualche anno co-presenti. Poi le videocassette sono andate nel dimenticatoio, e il loro alloggio è andato scomparendo. I lettori DVD sono così diventati piccoli, sempre più piccoli mano a mano che passavano gli anni, e curati dal punto di vista estetico per armonizzarsi con i soggiorni moderni.

Molto importante ricordare che sul mercato erano inizialmente presenti anche lettori DVD recorder. Dato che in commercio erano disponibili DVD registrabili, era possibile con questi lettori registrare i propri programmi preferiti oppure i film. Questa caratteristica è stata però disponibile solo per poco tempo. Le emittenti televisive infatti sono state costrette, a cneh per motivi di copyright si intende, a non rendere possibile la registrazione di buona parte della loro programmazione, sino a rendere quindi questi lettori del tutto inutili.

Il bello dei DVD

Grazie a questi piccoli e sottili dischi, finalmente non era più necessario avere chissà quanto spazio a disposizione per i propri film. Su uno scaffale della libreria ne potevano entrare anche a centinaia. Inoltre erano molto resistenti. Era necessario solo prestare attenzione affinché non si graffiassero, riponendoli adeguatamente nella loro custodia e facendo sì che la polvere non si depositasse sulla loro superficie.

Finalmente grazie ai DVD era possibile fruire dei contenuti in modo molto più semplice, scegliendo la lingua ad esempio, inserendo i sottotitoli, andando alla ricerca di un punto ben preciso del film. Inoltre grazie ai DVD era finalmente possibile gustare anche i telefilm!

Lettore Blu Ray 4K

evoluzione-cinema-dal nastro al blue ray

Con il passare del tempo la maggior parte degli amanti di film e telefilm ha iniziato a desiderare una maggiore qualità. Ecco che sono stati inventati i Blu Ray. La differenza tra i DVD e i Blu Ray deve essere ricercata nella definizione che permettono di ottenere. Un DVD permette infatti di ottenere una risoluzione di 720×576 pixel, mentre con il Blu Ray è possibile arrivare a 1920×1080 pixel.

Questo per i Blu Ray di vecchia generazione. A partire infatti dal 2016 sono arrivati sul mercato i Blu Ray 4K, che permettono di vedere film e telefilm in UltraHD, con una risoluzione infatti di 3840 x 2160 pixel. Ovviamente per poterli vedere, un classico lettore Blu Ray non è sufficiente. È necessario acquistare un lettore Blu Ray 4K, essere in possesso di un televisore anch’esso 4K e avere dei cavi HDMI 2.0.

Che cosa aspettarsi per il futuro

Che cosa accadrà nel corso del tempo? Impossibile dirlo con precisione, ma la tecnologia fa passi da gigante anno dopo anno ed è quindi plausibile pensare che nel corso del prossimo decennio arriveranno sul mercato altre novità che comporteranno una nitidezza estrema alle immagini.

È anche vero però che sono sempre più numerose le persone che non sentono la necessità di acquistare film e telefilm su un supporto fisico. Con l’avvento di Amazon Prime TV, Netflix, Infinity, Now TV, l’acquisto e il noleggio di film su Chili e simili altri servizi in streaming, DVD e Blu Ray potrebbero anche nel corso degli anni scomparire del tutto. Non ci resta che attendere per scoprirlo!

(Visited 22 times, 1 visits today)