L’intelligenza Artificiale nel Food & Grocery

39

L’intelligenza Artificiale negli ultimi anni ha fatto dei passi da gigante, tra le applicazioni mobile e i dispositivi intelligenti come Alexa e Google Home, la vita quotidiana viene semplificata e le persone vengono aiutate e guidate per svolgere diverse attività. Più si va avanti, più l’IA viene integrata in diversi servizi, ne è un esempio il settore Food & Grocery, che riguarda cibo e beni di largo consumo come quelli che troviamo nel volantino paghi poco, da sfogliare comodamente online, anche tramite smartphone. Poter reperire online alimenti freschi o confezionati, ma anche prodotti per l’igiene della casa e della persona, può essere molto vantaggioso, soprattutto per chi ha poco tempo a disposizione per via del lavoro o problemi di salute. Nella vendita e nella spesa online, l’intelligenza artificiale ha un ruolo importante e con il tempo si evolve sempre di più, garantendo un’esperienza utente intuitiva, veloce e pratica. Vediamo come interviene nel settore Food & Grocery e cosa dobbiamo aspettarci dal futuro.

Come l’IA può trasformare l’esperienza della spesa

Siamo abituati ad entrare in grandi supermercati e aggiungere al carrello i nostri articoli, perdendoci tra le corsie. Nel futuro però tutto questo sarà sostituito, le aziende tecnologiche vogliono cambiare l’esperienza della spesa con l’utilizzo dell’intelligenza artificiale. L’obiettivo è quello di rendere il processo più semplice, meno dispendioso in termini di tempistiche, senza far mancare il cibo sano e nutriente. Oltre al fatto che le persone passano tanto tempo a capire come pianificare i pasti, cucinarli e acquistare i prodotti giusti, sprecano anche un sacco di cibo. Questo succede per via delle abitudini sbagliate, per le scelte d’acquisto troppo veloci e per uno stile di vita poco sano e sostenibile. Ma come può essere utile l’intelligenza artificiale in tutto questo? Questa tecnologia ha delle capacità predittive e di suggerimento che possono aiutare a risolvere il problema alla radice. Lo spreco di cibo viene ridotto prevedendo la giusta quantità dei prodotti da acquistare prima di procedere al pagamento. Prevedere la domanda e gestire l’inventario può essere utile per risparmiare e per non sprecare, soprattutto nel caso di famiglie numerose.

Memorizzare le scelte d’acquisto degli utenti

Le persone sono abitudinarie e non cambiano i loro gusti facilmente. Questo vuol dire che se a Gennaio fanno un certo tipo di spesa, probabilmente a Febbraio ripeteranno lo stesso ordine, aggiungendo o togliendo giusto qualche prodotto. L’intelligenza artificiale può memorizzare la spesa precedente, proponendo all’utente i prodotti che potrebbero piacergli, in modo da aiutarlo nell’acquisto. Questa tecnologia è in grado di dare suggerimenti in base alle nostre preferenze e di consigliare ricette specifiche in base a ciò che abbiamo acquistato. L’obiettivo è quello di conoscere a fondo i clienti in base agli ordini che sono già stati fatti, rendendoli soddisfatti del servizio. La raccolta dei dati è importante per avere più informazioni possibili sui clienti e andargli incontro in ogni esigenza. Si tratta di una nuova frontiera per il settore Food & Grocery, che ha potuto consolidarsi soprattutto durante la pandemia. Chi non ama fare la spesa al supermercato e fatica a trovare i prodotti che gli servono può ottenere tantissimi vantaggi dalla spesa online. Tutto è diviso per categorie, possiamo essere guidati nell’acquisto e trovare facilmente i prodotti che vogliamo grazie alla memorizzazione dei nostri dati nel sistema. Fare la spesa diventa facile e veloce, si possono fare acquisti direttamente dal proprio telefono ovunque ci si trovi, senza perdere tempo. Inoltre, quando si fa la spesa online si sta più attenti a ciò che si aggiunge nel carrello e si ha un’idea di ciò che si spende, è possibile togliere o aggiungere i prodotti se vediamo che stiamo spendendo troppo, cosa che al supermercato non si può fare.