Karaoke: un intrattenimento senza tempo

495

Quando nasce il karaoke e chi lo ha inventato? È impossibile rispondere a questa domanda, un passatempo, una forma di intrattenimento questo delle cui origini non abbiamo alcuna documentazione.

Quel che è certo è che durante gli anni ‘80 questa è diventata una delle forme di intrattenimento in assoluto più diffuse, tanto che molti locali proprio in quegli anni hanno iniziato ad offrire questa opportunità almeno una volta alla settimana, se non ogni sera, tanto che negli anni ‘90 sono addirittura nati molti programmi televisivi basati proprio su questo divertimento. Chi non ricorda infatti il karaoke di Fiorello che andava in onda ogni sera? Questa forma di intrattenimento oggi è un po’ meno diffusa, tranne che in Oriente dove invece è parte integrante della cultura popolare. I giapponesi in modo particolarmente ne vanno letteralmente pazzi!

Sono molte però le persone che amano di tanto in tanto dilettarsi a cantare insieme a familiari ed amici. Ecco allora alcuni consigli utili che ci sentiamo in dovere di dare a tutti gli amanti del karaoke.

Karaoke in casa: gli strumenti migliori

karaoke

Molte persone credono che per poter trascorrere una serata a cantare con amici e parenti sia necessario acquistare un apposito dispositivo per il karaoke, anche conosciuto come singing machine. Ne sono disponibili in commercio molti anche a poche decine di euro, ma in realtà non è necessario effettuare questo acquisto. Sei in possesso di un computer, di un televisore, di un tablet, di uno smartphone? Hai un amplificatore o delle casse? Sei sulla strada giusta per creare un impianto karaoke in casa, devi infatti acquistare esclusivamente un microfono.

Hai bisogno anche delle basi per le canzoni, è ovvio. Ti ricordiamo però che su YouTube trovi già dei video con base e testi. Inoltre sono oggi disponibili delle apposite applicazioni per karaoke, alcune delle quali anche del tutto gratuite. Per il computer invece sono disponibili degli appositi software. Alcuni, attenzione, potrebbero essere a pagamento, ma ne sono disponibili anche delle versioni free più che adatte per trascorrere una piacevole serata cantando.

Karaoke, qualche consiglio

Il karaoke non è certo una forma di intrattenimento diffusa solo nei locali o tra le quattro mura domestiche. È perfetto per le feste di compleanno sia dei bambini che degli adulti e come intrattenimento per le occasioni più importanti. Feste di laurea, matrimoni, anniversari, è sempre il momento ideale per cantare un po’!

Ma c’è bisogno di saper cantare bene? È sempre bello ascoltare qualcuno che canta molto bene, ma è importante sottolineare che il karaoke non nasce per dimostrare le proprie abilità canore. Anche le persone che non sono molto intonate possono quindi buttarsi nella mischia, un modo per superare le proprie paure, per ridere di se stessi e degli altri, per prendere la vita un po’ più alla leggera e riuscire a divertirsi intensamente.

Ci sono persone che però proprio non riescono a salire su un palco, provano troppa vergogna. Gettarsi nella mischia è bello, ma di certo non vale la pena soffrire nel tentativo. Ecco allora che potrebbe essere utile salire sul palco insieme a qualche altra persona o magari persino in gruppo!

(Visited 17 times, 1 visits today)