Gestionale magazzino open source: tutti i vantaggi

82

Per organizzare al meglio le proprie scorte, molte aziende si affidano a un gestionale magazzino open source.

La gestione del magazzino è un tassello particolarmente importante della supply chain management. Ciò permette di avere sempre sotto controllo le uscite e le entrate delle merci e di mantenere una perfetta efficienza nella organizzazione delle scorte.

La logistica oggi si basa sempre di più sull’automazione, eliminando costi di personale che può essere riutilizzato in settori in cui è ancora necessaria la presenza umana. Per questo, non si può più prescindere da software che si integrino con i gestionali aziendali per permettere una efficace attività di stoccaggio e movimentazioni merce.

Che cos’è un gestionale magazzino open source

I gestionali open source sono una delle soluzioni più moderne e funzionali nella gestione del magazzino e della logistica. Si tratta di applicazioni particolarmente potenti che si possono facilmente adattare alle esigenze specifiche. Inoltre, si possono integrare con le altre piattaforme utilizzate in azienda, in modo da poter accedere ai dati le une delle altre, senza ripetere più volte le stesse operazioni.

I software di questo genere si chiamano ERP, Enterprise Resource Planning. Si tratta di risorse open source che permettono di avvalersene a qualsiasi tipo di azienda limitando i costi e massimizzando i risultati.

I gestionali open source, infatti, hanno licenza libera e possono essere modificati a piacimento, secondo le proprie esigenze. Non per nulla se ne servono sia piccoli e-commerce sia grandi aziende. La loro funzionalità riguarda sia lo stoccaggio della merce, sia la gestione delle scorte e le spedizioni, ma anche la parte più propriamente amministrativa.

L’interno processo di vendita, a partire dal momento dell’acquisto online fino a quello del ricevimento della merce, viene registrato in una sorta di catena logica, alla quale possono accedere tutti gli attori dei vari processi. Ciò include anche l’emissione della fattura e l’aggiornamento delle scorte del magazzino, senza tralasciare, per esempio, le commissioni per i venditori.

Perché scegliere un ERP per il proprio magazzino

L’utilizzo di un ERP per gestire il proprio magazzino oggi porta una serie di vantaggi molto importanti, che non possono essere tralasciati da chi desidera essere al passo con i tempi e strutturare la logistica della propria azienda in modo efficiente e automatizzato.

  • La scelta di un software ERP implica l’inserimento della gestione del proprio magazzino in un percorso strategico. Le varie fasi del processo di vendita vengono messe in relazione, riducendo drasticamente il rischio di errori.
  • I tempi di gestione degli aggiornamenti delle scorte si accorciano sensibilmente, inserendosi in un processo durante il quale ogni fase è conseguente a un’altra. Non si tratta solo della possibilità di aggiornare in tempo reale la situazione delle scorte, ma anche di abbreviare i tempi di comunicazione tra i reparti e della consultazione dei dati.
  • La possibilità di gestire più fasi dell’ordine nello stesso momento migliora sia la produttività sia l’efficienza del lavoro stesso. Essa infatti offre la possibilità di tenere sotto controllo le scorte e di verificare l’attendibilità delle registrazioni in tempo reale.
  • Una gestione organizzata del processo di vendita diventa rapidamente una gestione più semplice nella quale tutti gli aspetti fondamentali vengono presi in considerazione ottimizzando risorse e offrendo al cliente finale un servizio più accurato e più rapido: insomma, più soddisfacente.

Perché scegliere un gestionale open source

I gestionali open source, a differenza di quelli a pagamento, hanno licenza libera, di conseguenza possono essere scaricati gratuitamente dal sito dello sviluppatore. Senza dubbio si tratta di un notevole vantaggio economico che già di per sé costituisce un interessante beneficio.

Ma l’aspetto economico non è l’unico che va preso in considerazione. Infatti, gli ERP open source offrono la possibilità di implementare le loro funzioni e collegarle con altri gestionali aziendali.

Ciò implica che ogni esigenza del singolo possa essere efficacemente soddisfatta e che, indipendentemente dalle dimensioni e dalle caratteristiche specifiche della propria azienda, si possano ottenere i risultati desiderati. È sufficiente rivolgersi a uno sviluppatore esperto di ERP open source per richiedere le modifiche necessarie e adeguare il software alle proprie richieste.

Esistono, poi, delle vere e proprie community, dedicate ai gestionali open source, all’interno delle quali è presente un notevole fermento creativo, orientato al miglioramento delle funzionalità e alla crescita reciproca. È proprio grazie allo scambio di opinioni con gli altri utenti della comunità virtuale che si possono ottenere importante informazioni e stimolare in modo produttivo l’evoluzione dei software stessi.

(Visited 18 times, 1 visits today)